Mario Schifano: Un artista

Mario SchifanoUn artista

Il pittore Mario Schifano, nasce a Homs (Libia) 1934. Nel 1948 la sua famiglia si trasferisce a Roma.

Lavora con il padre, archeologo e restauratore presso il museo Etrusco di Valle Giulia. Negli stessi anni inizia a dipingere, seguendo l’influsso materico dell’arte informale.

Nei primi anni ’60, con la serie dei monocromi, inizia un nuovo stile espressivo, che si riallaccia ai modelli dell’arte Nord Americana.

Sono gli anni dei viaggi a New York, degli incontri con Andy Warhol, della nascita della “Pop Art italiana” che lo vede protagonista in quella che è definita la “scuola di Piazza del Popolo” (gruppo di Pittori che si incontrano presso il “Bar Rosati” formato da Festa, Angeli, Uncini, Lo Savio, Pascali, Kounnellis, Fioroni, Ceroli, Mambor). Negli stessi anni partecipa alle biennali di Venezia ed escono nelle capitali internazionali dell’arte mondiale (New York, Londra, Parigi).

Negli anni ’70 l’interesse dominante per l’immagine, lo porta ad allargare la sua attività creativa nei campi della fotografia della cinematografia e della televisione. Sebbene questo interesse per l’immagine l’accomuni alla Pop Art Nord Americana, l’arte di Schifano si muove su un terreno culturale dalle radici più ramificate e profonde di quelle statunitensi.

Ciò si riflette, da un lato nell’intonazione critica ed ironica verso la società consumistica che pervade le opere “Pop” di Schifano, dall’altro nella continua esigenza dell’artista romano di rivisitare le origini storiche dell’arte moderna,

Start a Conversation